VIRTOPSY, L’AUTOPSIA VIRTUALE APPLICATA ALLA BALISTICA

Dopo la presentazione ufficiale di “Virtopsy” del 28 Ottobre presso la Clinica Pineta Grande di Castel Volturno, nell’ambito del Corso di Alta Formazione in “Balistica Forense e Tiro”, verrà approfondito il tema: “VIRTOPSY, L’AUTOPSIA VIRTUALE APPLICATA ALLA BALISTICA”.

Il 29 ottobre 2016 alle ore 09.00, presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa in Corso Vittorio Emanuele n°334 ter a Napoli, la nuova tecnica di autopsia virtuale “Virtopsy” sarà il tema principale della Giornata Internazionale di Studio organizzata nell’ambito del Corso di “Balistica Forense e Tiro”, curato dal Formed e dall’Università Suor Orsola Benincasa.

La tecnologia Virtopsy, elaborata a Berna dal prof. Michael Thali, consente di effettuare un’autopsia virtuale in casi selezionati, come ad esempio nelle morti avvenute per lesioni da arma da fuoco, sostituendo così l’autopsia tradizionale e rivoluzionando le indagini forensi. I dati di Imaging digitale, infatti, possono essere memorizzati in modo permanente e riesaminati in qualsiasi momento, qualora fosse richiesto un secondo parere o un approfondimento.

La presentazione si aprirà con i saluti del prof. Aldo Sandulli, preside dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, e della prof.ssa Vittoria Ponzetta, direttore e coordinatore del Formed.

La prima ad intervenire sarà la dott.ssa Elena F. Kranioti dell’Università di Edimburgo, che terrà una relazione sulle “Caratteristiche dei colpi di pistola provocate da armi da fuoco: dati sperimentali che utilizzano i proxy in poliuretano”. Sarà poi la volta del dott. Francesco Macrì, medico radiologo, responsabile delle urgenze radiologiche e radiologia forense al Centro ospedaliero universitario Caremeau-Nîmes (Francia), che illustrerà il “Contributo della Tac post mortem nelle ferite da arma da fuoco nel cranio” In seguito l’avv. Luca Di Lorenzo, specialista in diritto sanitario, relazionerà sulla “Necessità di disporre di Virtopsy in tema di responsabilità professionale”.

Infine il dott. Salvatore Ambrosio, presidente di MEDEA (Associazione  Specialisti in Medicina Legale e delle Assicurazioni), specialista in medicina legale per le assicurazioni, presenterà, in collaborazione con la dott.ssa Milena De Robbio, criminologa forense e criminalista, una relazione su “L’importanza dell’autopsia virtuale intesa quale esame oggettivo e rivedibile”.

L’evento, aperto a tutti, è stato organizzato con la collaborazione di “Scena Criminis”, periodico sulle Scienze forensi. All’evento saranno presenti  giornalisti italiani e stranieri.

Locandina Virtopsy 2 SABATO-page-0.jpg

Questa voce è stata pubblicata in NEWS. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...